Skip to content

Creative Couple

23 settembre 2008

C’era un tempo in cui un certo sentimento prendeva spesso la forma di un legame, piuttosto rigido, riassumibile come All rights reserved. Questo “copyright” era l’unico socialmente accettabile, il che significa ovviamente che molti e molte vi derogavano in gran segreto (ad esempio, non piaceva granché a chi amava qualcuno del suo stesso sesso), finché l’eccezione non divenne più comune della regola, e questa venne messa pesantemente in discussione.
Pian piano l’insopprimibile desiderio di autoaffermazione dell’individuo lo portò a dire che beh, insomma, non c’era niente di male ad accostare all’A.r.r. altre forme di relazione considerandole ugualmente importanti; i maschietti dichiararono con candore che prendere impegni di qualsiasi tipo a lungo termine non era mai stato nella loro natura, e le femminucce ringraziarono sentitamente, dal momento che questo le sollevava in toto da qualunque responsabilità verso i partner consentendo loro di dedicarsi ad attività preferibili a quelle della donna di fatica. Sì, di passione, dedizione, progetti per il futuro quasi non si parlava più già allora: a pochi piaceva poi la parola “figlio”, sostituita del resto quasi del tutto dal più impersonale “bambino”.
Fu così che presero piede le
Creative Couple, un insieme di regolette molto semplici, chiare, comprensibili a chiunque (anche se alcuni, del tutto impropriamente, mettevano la U dopo la P per ricordare meglio di cosa si trattasse). Un patto in cui l’uomo e la donna si riconoscevano di più perché, rispetto al primo, erano loro a scegliere quali clausole applicare e quali no. La possibilità di cambiare queste ultime, anche più volte al giorno se necessario, prendeva il nome di libertà (da cui l’appellativo licenze libere). Qui abbiamo tradotto in italiano (perché, come tante novità di successo, anche queste venivano dall’Ovest) le principali caratteristiche delle CC.

BY (Attribution): Ti appartengo. Lo so che ad alcuni può far strano pensare che il sistema binario possa applicarsi davvero e funzionare al di là dei bit. Soprattutto se si è da sempre abituati a non conoscere altre necessità o desideri a parte i propri e a venire prima di tutto e tutti; in breve, molto innamorati, ma di sé stessi. Scatterà invece in un dato momento la reciprocità, il riconoscersi, l’accettarsi. Un po’ come è successo ai nostri corpi sin dalle prime volte che siamo stati insieme.

SA (Share Alike): Questo rapporto non può non essere alla pari, a prescindere da quello che auspichi o che credi stia avvenendo. Quel che dai, avrai, e in egual misura, che si tratti di onestà, gelosia o corna. Nulla a pretendere, insomma. Possiamo sempre e comunque essere quel che vogliamo; basta mettersi d’accordo prima.

NC (Noncommercial): Non stare con me per “interesse”. Non ti permetterò di prendertela con me se un giorno dovessi scoprire di aver fatto male i tuoi conti. Non stare a preoccuparti di rimetterci, di perderci, e a valutare in base a questo se il rapporto funziona o meno, se può o non può proseguire: <<Love is a losing game>>, per entrambi, e se non si accetta questo si è squalificati a tavolino. (Questo era anche un compendio alla clausola di sopra.) Inoltre, non puoi “comprarmi”. Questo è un regalo, inteso per te; ho la presunzione di considerarmi un qualcosa di raro, speciale e di vedere in te la stessa cosa. Come farebbe un collezionista, dunque, riconosci, apprezza, godi della mia unicità.

ND (No Derivative Works): Non trasformare questa storia in qualcos’altro. Né io né tu abbiamo bisogno di altre figure genitoriali o amiche. Quindi quando è tutto finito ma sembro non averlo affatto/ancora realizzato, fammi la cortesia di avvisarmi, così potrò dare subito il ricambio ad altra persona eventualmente interessata a sopportarti, intrattenerti, mantenerti, scaldarti il letto.

Naturalmente, c’era chi tutto sommato preferiva il vecchio sistema, accusando questo di mancare completamente di poesia; chi caldeggiava con forza il nuovo; chi pretendeva un mix di entrambi, e via dicendo. Dopo le CC, così come era stato prima dell’A.r.r., avvennero ancora numerosi cambiamenti, nella società e nel cuore degli uomini. Che, dalla notte dei tempi, soltanto una cosa hanno davvero capito dell’amore: che non è mai semplice come lo vorrebbero.


Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Annunci
No comments yet

Lascia un messaggio in talk:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: