Skip to content

The bright side of Wikipedia

30 marzo 2011

*La serendipità stavolta mi ha fatto conoscere un wikiadmin australiano, Graham.
Ha 23 anni, è di Perth, e i suoi interessi principali sono la musica, soprattutto quella classica, la teoria dei numeri, la storia e la geografia dell'Australia occidentale. Conosce un po' l'italiano, quindi l'ho "sfidato" a raccontarmi la sua storia nella nostra lingua.
"Ciao Elitre. Questa è la prima volta che ho ricevuto un messaggio in italiano! L'ho capito facilmente; avevo bisogno di dizionario per solo qualche parola. […] Ho scoperto Wikipedia nell'ottobre 2004 per un clone, Thefreedictionary.com. Ho subito cominciato a contribuirle quando mi sono accorto che potevo modificarla nel febbraio 2005. […]  Hmmm, non posso trovare parole in Italiano per le cose che faccio su en.wp … sono sicuro che esistano. Io "copyedit" voci, faccio "wiki-archeologia" … cioè cercando modificazioni vecchi. Qualche volta caccio vandalismo, specialmente quel che è esistito per un tempo lungo … come i miei modificazioni la notte scorsa, ad esempio."
Inoltre, gli piace importare vecchi contenuti da nostalgia.wikipedia, contenente copie delle voci di en.wiki per come apparivano nel dicembre 2001, che danno quindi una buona idea di come fosse davvero Wikipedia agli inizi.
Sulla sua userpage, oltre alla lista di voci che ha scritto o migliorato, ho trovato anche un link curioso agli edit di un anonimo che nel 2002 ne ha fatto oltre 5000 ed ha ricevuto un solo messaggio in talk.

Graham invece ha all'attivo oltre 90mila edit, di cui oltre 68mila sulle voci vere e proprie, e naturalmente in virtù di un'attività simile, le barnstar si sprecano.
"Avevo qualche problema modificando Wikipedia con il mio screen reader quando ci ho incominciato, e ho fatto alcuni sbagli, ma l'altri Wikipediani erano molto gentili a me." Non lo avevo detto? Graham è totalmente non vedente dalla nascita, a causa di una retinopatia.
"Sì, ho utilizzato Pediaphon**, ed è un programma interessante … però preferisco utilizzare il mio screen reader. Non ho molti problemi d'accessibilità con Wikipedia, ma devo utilizzare lo skin Monobook siccome Vector non lavora bene con JAWS."
Mi piace l'idea che Wikipedia ci permetta di raccontare esperienze simili. Penso anche che questa, più di tante altre che abbiamo letto in questi mesi, possa ricordarci la "pericolosità" di certi approcci nei confronti di wikipediani vecchi e nuovi, ed instradarci su un certo cammino da percorrere nello sviluppo continuo dei nostri wikiprogetti.

*Mentre su ten.wiki si discute sul futuro di questa wiki dedicata, i tedeschi hanno idee ben chiare su come continuare a festeggiare il decennale. Per prima cosa, la loro "versione" di "10 anni di sapere" sarà un libro, pubblicato da un grosso editore tedesco sotto licenza libera, e conterrà testimonianze anche di critici e giornalisti.
Ma la vera intuizione, che potevano avere soltanto loro, è quella di una petizione perché Wikipedia sia annoverata come patrimonio mondiale dell'umanità UNESCO (non credo che gli eventuali benefit avrebbero un impatto rivoluzionario sul sito o sulle comunità, ma è l'azione politica in sé ad affascinarmi).

*In queste settimane mi sono chiesta, negli amarcord di questo 2011, quanti di noi sono andati a sbirciare la lista dei Wikipediani assenti da tempo? Nickname che hanno significato qualcosa per noi, alcuni sono stati i nostri wikimentori (nel mio caso, Ines): questo è il momento giusto, secondo me, di ricordare loro la magia dei primi tempi e magari di invogliarli a tornare.

*Segnalo infine un bel post di Phoebe sul nuovo blog Wikilove.in, intitolato (Why I love) Wikipedians.

*Altre novità legate al decennale bollono nella mia pentola, vi toccherà tornare per scoprirle.

Update: grazie a Graham che ha anche corretto un refuso 😉

**tool citato nel post precedente.
 

Advertisements
2 commenti leave one →
  1. anonimo permalink
    31 marzo 2011 01:56

    "Soltato loro" è ironico? http://strategy.wikimedia.org/wiki/Proposal:Wikipedia_as_a_UNESCO_intangible_cultural_heritage_of_humanity
    Comunque ho portato a casa una maglietta per chi la volesse toccare al prossimo raduno. :-p
    Io invece Graham l'ho conosciuto "per lavoro" (in Meta). 😀
    Spero che si riesca a fare qualcosa per i ciechi; WM-ES ha dei progetti in cantiere.

  2. Elitre permalink
    31 marzo 2011 13:38

    Non è ironico: ovvio che la proposta la può anche fare chiunque, ma solo loro hanno la forza (ok, anche la possibilità) di portarla avanti nel mondo reale.
    Se la maglietta la indossi, direi che non la toccherà nessuno :p
    Sono sorpresa, l'esperienza di Graham dimostra che con gli screen reader si può usare Wiki. A questo punto bisogna allora vedere cosa si può ancora fare per altri tipi di disabilità.

Lascia un messaggio in talk:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: